| EN | | DE |
logo Skipass
        EN | DE
Gatto delle nevi sul Canalone - Tofana

Il Consorzio

Una montagna sempre accessibile da novembre a ottobre

©Alex De Villa

120 km di piste

8 società

35 impianti di risalita

95% innevamento programmato

Il Consorzio Esercenti Impianti a Fune di Cortina d’Ampezzo, San Vito di Cadore, Auronzo e Misurina riunisce otto società di impianti di risalita, distribuite in quattro destinazioni diverse. Un comprensorio sciistico che comprende 7 ski aree (Faloria – Cristallo, Tofana – Pocol, Cinque Torri – Giau , Falzarego – Lagazuoi, San Vito di Cadore, Auronzo, Misurina) con più di 70 piste da sci, di cui 13 nere, e 35 impianti. In estate gli impianti di risalita permettono di raggiungere le cime più alte e di vivere l’esperienza della montagna a 360°, tra ferrate, percorsi di mountain bike e escursioni.

L’accessibilità e la sostenibilità rappresentano le missioni importanti per il Consorzio, che grazie alle società che rappresenta, rende la montagna aperta quasi 11 mesi  l’anno, accessibile a tutti e la salvaguarda dallo spopolamento e dall’abbandono, generando un indotto economico per le vallate.

Cortina d’Ampezzo ha contribuito alla nascita, nel 1974, del comprensorio Dolomiti Superski ed oggi rappresenta la vallata numero 1 delle 12 vallate che compongono quello che è considerato il carosello sciistico più grande al mondo, con 450 impianti di risalita inclusi in un unico skipass per usufruire di oltre 1.200 km di piste .

Cortina Skiworld

A febbraio 2021, in occasione dei Mondiali di sci alpino, è stato lanciato il nuovo marchio "Cortina Skiworld", che ha contribuito non solo a un rinnovamento dell'immagine del Consorzio, ma di tutta l’offerta sciistica della Regina delle Dolomiti.

Un progetto nato dalla necessità del CEIF di cambiare la propria immagine e creare un marchio capace di evocare un immaginario fatto di simboli e valori comuni a Cortina, San Vito, Auronzo e Misurina.

Cortina Skiworld

A febbraio 2021, in occasione dei Mondiali di sci alpino, è stato lanciato il nuovo marchio "Cortina Skiworld", che ha contribuito non solo a un rinnovamento dell'immagine del Consorzio, ma di tutta l’offerta sciistica della Regina delle Dolomiti.

Un progetto nato dalla necessità del CEIF di cambiare la propria immagine e creare un marchio capace di evocare un immaginario fatto di simboli e valori comuni a Cortina, San Vito, Auronzo e Misurina.

Il percorso

Dalla primavera 2020 il consiglio di amministrazione ha definito le linee guida che hanno guidato la call per l’attività di rebranding del Consorzio, che ha portato sei agenzie italiane e straniere a presentare la loro interpretazione. Ad incontrare lo spirito del CEIF è stata la proposta di Nascent Design, design agency indipendente con sede a Milano.

La richiesta alle agenzie ha consistito nell’elaborazione di una brand image che desse risalto al “brand” Cortina e che al contempo fosse iconografica per le ski aree appartenenti al CEIF (Cortina, San Vito di Cadore, Auronzo e Misurina), a tutti e tre i comuni, alle ski aree e alle otto società impianti. Con un unico obiettivo: far vivere le Dolomiti nella sua dimensione più verticale. 

Tutto è iniziato dallo sci e da quel vero e proprio oggetto del desiderio che evoca sensazioni, velocità, movimento, libertà: lo skipass. Desiderio che nel tempo si è evoluto, per l’esigenza e la richiesta degli utenti di potere frequentare le Dolomiti 12 mesi all’anno. Il CEIF e le sue società hanno saputo interpretare il cambiamento diventando una realtà aziendale presente sul territorio tutto l’anno, nella consapevolezza che tale territorio rappresenta un unicum a livello mondiale.

3 is the magic number

Tre comprensori: Cortina, San Vito, Auronzo e Misurina, fatti di sport, tradizione e cultura uniti sotto un unico nome. Forse si tratta di una casualità, ma il numero tre è stato il punto di partenza nello sviluppo del logo. Un numero che ha in sé una magia particolare. In numerologia il tre è il simbolo della conciliazione per il suo valore unificante. La sua espressione geometrica è il triangolo, simbolo esemplare del ritorno del multiplo all’unità: due punti separati nello spazio, si assemblano e si riuniscono in un terzo punto situato più in alto… la storia del logo parte da qui.

Cortina, San Vito, Auronzo e Misurina presentano un’identità triplice che tuttavia si sviluppa da una radice e da un valore comune. Le si trova raffigurate nel segno grafico, un tratto semplice e pulito che vuole ricordare le Dolomiti. In questa direzione va anche il colore del logo. Le Dolomiti sono montagne ricche di magia. Il cielo delle Dolomiti con il suo colore azzurro limpido diviene la metafora dell’abbraccio simbolico che riunisce i tre comprensori sotto un unico cielo.

 

 

Il marchio

La notorietà del marchio Cortina è sorprendente. Poche sono infatti le località turistiche che portano nel proprio patrimonio un nome intriso di così tanto contenuto valoriale positivo. Il suo abbinamento agli eventi internazionali, dai Mondiali di sci fino alle Olimpiadi Invernali Milano – Cortina 2026 non fa che rafforzarne il pregio. Un nome che sa accogliere, rispettare e valorizzare i valori distintivi e caratterizzanti dei comprensori di Auronzo - Misurina e San Vito, che contribuiscono ad esaltare l’ampiezza del comprensorio e la sua articolazione, andando oltre i confini territoriali, perché lo sci e lo sport sono soprattutto questo.

Anche per questo il Consorzio ha voluto presentare al pubblico e alla stampa il nuovo logo proprio in occasione dei Campionati Mondiali di sci alpino, svoltisi nella Regina delle Dolomiti a febbraio 2021, con una conferenza stampa trasmessa in diretta sui canali ufficiali di Fondazione Cortina 2021, e tanti appuntamenti collaterali tra cui talk, interviste ai Presidenti delle società, incontri promozionali.

Perché "Skiworld"? La parola “Ski” è di facile intuizione per identificare gli impianti di risalita e, nonostante possa suonare limitativa per la stagione estiva, richiama immediatamente lo “Skipass” che evoca quella libertà che solo la dimensione verticale delle Dolomiti possono regalare... a prescindere dalla stagione.

Il termine inglese “World” identifica chiaramente il comprensorio come una destinazione internazionale di primaria importanza oltre ad esaltarne l’ampiezza e articolazione.

 

Valori del logo e del luogo

Oltre agli ambiti strategici di offerta legati al territorio come sport, eventi, natura e stile e al prestigio del brand “Cortina”, si è voluto dare maggiore enfasi al comprensorio esaltandone l’ampiezza, le caratteristiche e l’articolazione dell’offerta. E’ questo il valore del territorio, valore legato all'ambiente, un valore in termini di dimensione sportiva, di strumenti per vivere le montagne, senso di innovazione e visione di sguardo in avanti.

Tra le prime applicazioni pratiche del nuovo logo, la produzione in edizione limitata di un occhiale da sole in co-brand, Cortina Skiworld & Frenk, dell’azienda cadorina Glam Srl. La scelta di un’azienda del Cadore (a Calalzo) vuole rimarcare l’importanza di quel Made in Veneto che ha reso la regione grande non solo in Italia, ma nel mondo. 

Nell'autunno 2021 il nuovo logo Cortina Skiworld riceve il prestigioso riconoscimento Red Dot Design Award nella categoria Brands & Communication Design. Istituito nel 1955 con l’obiettivo di onorare la qualità eccezionale di progettisti e produttori, il Red Dot Design Award è uno dei maggiori e più importanti premi del design mondiale e richiama ogni anno più di 10.000 iscritti da 60 paesi.