| EN |
          | EN |
logo Skipass
Ski Tour Super 8
©Martina De Biasi

L'inverno a Cortina d'Ampezzo

Il comprensorio sciistico di Cortina d'Ampezzo comprende l’area di Cortina, San Vito di Cadore, Auronzo e Misurina. 
Le ski aree si caratterizzano per un’offerta in grado di soddisfare qualsiasi tipo di sciatore, che qui può trovare piste per tutti i livelli: sciatori, principianti ed esperti, snowboarder, amanti del freestyle e del freeride.

Scarica il PDF della Skimap

Ski Tour


©Diego Gaspari Bandion

Lo Ski Tour Super 8 si snoda attorno al Monte Averau e al Monte Lagazuoi, con un percorso a 8 di 16 chilometri di piste lunghe e facili, con un panorama mozzafiato sulle vette più belle delle Dolomiti: Tofana, Pelmo, Civetta, Marmolada, Fanes, Averau, 5 Torri, Conturines. 
Da non perdere la spettacolare pista Armentarola, lunga 7,5 km, che dal Lagazuoi scende fino all’Alta Badia, tra montagne innevate e cascate di ghiaccio, offrendo agli sciatori anche un tratto trainato dai cavalli.

Ottanta chilometri tra storia e natura, attraversando tre province, lungo piste perfettamente innevate, altitudini esaltanti, panorami unici al mondo, Patrimonio Unesco: questo in sintesi il Giro della Grande Guerra.
D'inverno si può fare tutto in un giorno: skibus, piste e impianti passando per Passo Giau, Passo Falzarego, Val Badia, Arabba e Alleghe, girando tutt'intorno al Col di Lana.

13 piste nere per veri esperti


©Martina De Biasi

Il comprensorio di Cortina offre ben 13 piste nere, dove gli sciatori più abili possono cimentarsi in emozionanti sciate.
Nella skiarea Faloria troviamo cinque piste difficili: la pista olimpica Vitelli, il Canalone Franchetti, la pista Stratondi, la Bigontina e la nuovissima pista Scoiattolo.
Anche sulla Tofana gli esperti troveranno cinque nere da provare: la Stratofana Olimpica, pista che ospita la Coppa del Mondo di Sci Alpino, la Vertigine Bianca, rinnovata per la discesa dei Mondiali, la Labirinti, la pista Col Druscié A, anch’essa rinnovata in vista dei Mondiali, e la spettacolare Forcella Rossa, dove i veri appassionati si sfidano ogni anno nel percorrere il maggior numero di volte la pista.
Altre due piste nere aspettano gli sciatori ad Auronzo, le piste Fedo e La Pala, e l’ultima, a San Vito di Cadore, la pista Ciastel.

Sciare tra storia, arte e cultura nelle Dolomiti


@Martina De Biasi

LAGAZUOI EXPO DOLOMITI
Una funivia sospesa tra le nuvole, un osservatorio della bellezza a quota 2.778 metri: Lagazuoi Expo Dolomiti, polo espositivo e congressuale inaugurato nel febbraio 2018, propone ogni anno nuove mostre per ammirare l'arte e la cultura da un luogo privilegiato: le cime delle Dolomiti.

A SPASSO NELLA STORIA
La guerra al tramonto, vissuta sulla neve, nella roccia, raccontata dai rievocatori storici in divisa d'epoca. Tutto questo è possibile visitando le postazioni restaurate del caposaldo di Cima Gallina con le ciaspe, accompagnati da una guida alpina.

IL PIU’ GRANDE MUSEO ALL’APERTO DELLA GRANDE GUERRA
Con gli sci ai piedi è possibile visitare il più grande museo all’aperto della Grande Guerra, che si estende per un’area di oltre 5 chilometri, composto dai musei del Lagazuoi, delle Cinque Torri, del Sass de Stria e del Forte Tre Sassi. 

OSSERVATORIO ASTRONOMICO
E per gli appassionati di astronomia, l’osservatorio Helmut Ullrich a Col Druscié offre la possibilità di scoprire il cielo invernale, guidati dagli esperti dell’Associazione Astronomica Cortina Stelle. Tutti a naso in su per ammirare con i telescopi la magia del cosmo, perdendosi con lo sguardo tra nebulose, pianeti e costellazioni.

Un inverno a misura di famiglia


@Cortina Marketing

Il comprensorio di Cortina d’Ampezzo, oltre ad offrire una ricca numerosità di piste e di impianti sciistici all’avanguardia per ogni tipo di sciatore, è anche un luogo ideale per la famiglia.

La predisposizione verso il target dei più piccoli è uno degli obiettivi principali di tutta la ski area ampezzana e dei propri servizi: piste e campi scuola attrezzati, scuole sci dedicate e specializzate verso i bambini, location e punti ristoro con aree riservate sono solo alcune delle numerose possibilità che la famiglia potrà scoprire nel comprensorio di Cortina.

Ecco le zone dove la famiglia si sentirà coccolata e appagata e dove troverà ogni tipo di risposta in base alle proprie esigenze:

Dolomiti Wellness


©Diego Gaspari Bandion

Dopo una lunga giornata sugli sci, cosa c’è di meglio di un po’ di relax d’alta quota? Nel comprensorio sciistico di Cortina d'Ampezzo, diversi sono i rifugi che offrono, per la stagione invernale, la possibilità di godere del panorama dolomitico in completo relax e totale benessere:

  • esattamente a quota 2.752 metri ecco il rifugio Lagazuoi gestito dalla famiglia Pompanin dal 1965. Qui non potete non provare la sauna in quota più alta di tutte le Dolomiti, con un panorama  mozzafiato a 360° sulle Dolomiti.
  • Volete rilassarvi ancora di più? Il rifugio Faloria fa per voi! Oltre alla magnifica terrazza con uno straordinario solarium e una vista panoramica meravigliosa, a disposizione degli ospiti, il Rifugio Faloria offre l'opportunità di rilassarsi ulteriormente grazie ad una rinnovata area wellness con sauna e jacuzzi.
  • Il cielo stellato d'alta quota e di fronte al rifugio Scoiattoli le meravigliose 5 Torri, è un sogno che si avvera grazie ad un'esperienza che dovete scoprire: ecco a voi La "Vasca Botte" della famiglia Lorenzi. Immersi nell'acqua calda, sorseggiando champagne potrete rilassarVi, di fianco al rifugio, in uno degli scenari più caratteristici di tutte le Dolomiti.
  • Collocata all’aperto, gode di una magnifica vista su tutto il comprensorio montano che circonda Cortina, la sauna finlandese del rifugio Mietres, essa diventa quindi un’ottima occasione per rilassarsi e beneficiare del suo piacevole calore dopo una salita a piedi, con gli sci d’alpinismo o con le racchette da neve.

Snow Trekking


©Diego Gaspari Bandion

Tante escursioni e passeggiate per chi vuole godersi le Dolomiti innevate senza gli sci ai piedi.  Una passeggiata con le ciaspole al tramonto a Ra Valles o alle postazioni militari di Col Gallina per scoprire il lato più intimo delle montagne. Per gli amanti dello sci alpinismo e delle ciaspole è possibile salire fino al rifugio Col De Varda e da qui raggiungere sia il rifugio Città di Carpi che la Malga Maraia. Scopri qui molti itinerari picevoli e divertenti della zona di Auronzo e Misurina.

Prima di avventurarsi in una passeggiata tra le montagne consultare le previsioni meteo e le condizioni della neve. Si consiglia di rivolgersi alle guide alpine e ai professionisti per affrontare in sicurezza i sentieri invernali.