| EN | | DE |
          | EN | | DE |
logo Skipass

@martinadebiasi

ESCURSIONI, TREKKING E FERRATE

Per le vostre escursioni nelle  Dolomiti di Cortina, Misurina e  Auronzo potete scegliere all'interno di una vastissima rete di sentieri perfettamente segnalati e mantenuti, che coprono itinerari di tutti i tipi, dalle passeggiate più semplici ai trekking più impegnativi.

Le ferrate delle Dolomiti sono famose in tutto il mondo per la loro  spettacolarità e bellezza e nel nostro comprensorio ne trovate numerosi esempi, dai più facili sentieri attrezzati  alle vie ferrate estremamente difficili.

In questo scenario gli impianti di risalita rappresentano un utile supporto perchè consentono di raggiungere agevolmente il punto di  partenza di moltissimi itinerari o possono essere utilizzati per il ritorno a valle dopo una impegnativa salita di una ferrata.
Il Cortina Vertical Pass è la grande novità dell'estate 2020: prevede un biglietto da 3, 5 o 7 giorni da usare liberamente fino ad esaurimento, assicurando così la massima flessibilità di utilizzo.

 

Lagazuoi - 5 Torri - Giau: escursioni ed arrampicate che fanno sport e storia sulle Dolomiti

L'area Lagazuoi 5 Torri situata nel cuore del Parco Naturale delle Dolomiti d'Ampezzo tra i passi Giau, Falzarego e Valparola presenta attrattive naturali e storiche di grande interesse.

Sul Monte Lagazuoi, raggiungibile in 3 minuti con al funivia dal Passo Falzarego, potete visitare i luoghi del Fronte italo-austriaco, percorrere la Galleria di Mina sul Piccolo Lagazuoi con le sue postazioni e ricoveri perfettamente ricostruiti, oppure scendere al Passo Falzarego lungo il sentiero dei Kaiserjägher con il suo splendido panorama.

Con la seggiovia cabinata delle 5 Torri in pochi minuti  potete raggiungere il Museo all'aperto della Grande Guerra e  seguire i percorsi di visita lungo le postazioni italiane, perfettamente restaurate, complete di cartelli informativi e allestimenti museali.

L'area si presta inoltre a numerose escursioni e brevi passeggiate, di diverso impegno e difficoltà adatte a tutti, con numerosi punti di interesse paesaggistico e naturalistico. Tra le ferrate della zona vanno ricordate la Tomaselli sulla cima Fanis, considerata tra le più belle e difficili delle Dolomiti, e la nuovissima Sottotenente Fusetti sul Sasso di Stria, molto interessante da un punto di vista paesaggistico e storico. 


@martinadebiasi

Escursioni e Trekking sulle Tofane


@martinadebiasi

La funivia Freccia nel Cielo con i suoi tre tronchi offre agli escursionisti la possibilità di raggiungere i punti di partenza di numerosi sentieri, di diversa lunghezza e impegno, così da soddisfare le esigenze più diverse. Per l'estate 2020 il secondo e terzo tratto di funivia ( Col Druscié-Ra Valles e Ra Valles-Cima Tofana) e i sentieri della conca di Ra valles saranno chiusi a causa di lavori di ammodernamento.

Il Sentiero dei Pianeti e il Sentiero dell'Universo sono due facili passeggiate realizzate nei boschi di Col Drusciè, vicino all'osservatorio astronomico,  con pannelli esplicativi su sulla storia dell'universo. 

Dalla stazione di Ra Valles si può scendere verso Piè Tofana lungo il  sentiero Ra Zestes che offre stupende vedute della conca e delle Dolomiti ampezzane.

Merita una menzione il sentiero dei Camosci, di grande interesse panoramico e naturalistico, adatto anche a famiglie e bambini se percorso in discesa partendo dal Rifugio Duca d'Aosta e utilizzando per la salita la seggiovia che parte a Piè Tofana.

Scarica qui il flyer 2020 degli impianti Freccia nel Cielo e i relativi sentieri percorribili.

Le ferrate delle Tofane

Sul gruppo delle Tofane si trovano alcune tra le più spettacolari ferrate delle Dolomiti.

Dal Rifugio Pomedes, raggiungibile in seggiovia da Piè Tofana, partono la ferrata Punta Anna – Tofana di Mezzo, una delle più spettacolari e impegnative delle Dolomiti,  che raggiunge la cima più alta di Cortina, e il sentiero Olivieri che porta a Ra Valles, più semplice ma ugualmente interessante per le viste che regala sulla conca ampezzana.
Da Ra Valles si può raggiungere Cima Tofana anche con la ferrata Tofana di Dentro, di media difficoltà attraverso i luoghi  della Grande Guerra.

Più facili e ideali per un primo approccio ai percorsi attrezzati, le due ferrate  “Ra Pegna” e la “Ra Bujela”, che si sviluppano sui sassi ai lati dello Schuss, a pochi passi dal rifugio Duca d’Aosta.


@martinadebiasi

Cristallo e Faloria: escursioni da vivere


@DinoColli

Dalla stazione a monte della Funivia Faloria si gode una delle più belle vedute della valle di Cortina. E interessanti sono anche le proposte per gli escursionisti, come il Sentiero Dolomieu che raggiunge Rio Gere con una prima parte sul crinale molto panoramica, per poi addentrarsi in un ricco bosco di larici, cirmoli e abeti.  
Oppure attraversando la cresta del Monte Ciasadio  si può raggiungere il Rifugio Vandelli e lo spettacolare Lago Sorapiss, di origine glaciale e dalle acque di un meraviglioso color turchese.

Dalla stazione intermedia di Mandres si può accedere alla ferrata Sci Club 18, un nuovo e impegnativo percorso attrezzato che si sviluppa lungo la parete Crepe di Faloria proprio sotto la funivia.
La seggiovia Rio Gere – Son Forca permette l'avvicinamento alle vie ferrate sul Monte Cristallo, la "Marino Bianchi" e la "Ivano Dibona", un lungo itinerario che percorre i luoghi della Prima Guerra Mondiale. 

Misurina: escursioni a due passi dalle Tre Cime di Lavaredo

A poca distanza dal Lago di Misurina la seggiovia Col de Varda vi porta all'omonimo rifugio,  con una splendida vista sul lago e punto di partenza per il giro dei Cadini di Misurina. 

Si può inoltre scegliere tra una varietà di sentieri facili, come la passeggiata fino a Malga Maraia, e più impegnativi, come i sentieri attrezzati Bonacossa e Durissini.  

Sempre dal rifugio Col de Varda potrete raggiungere grazie ad un semplice sentiero panoramico il Rifugio Città di Carpi da un lato e il Rifugio Fonda Savio dall’altro addentrandovi di fatto nel gruppo montuoso dei Cadini di Misurina.


@martinadebiasi

Trekking sulle Dolomiti Bellunesi di Auronzo


@martinadebiasi

Nel comprensorio di Auronzo di Cadore, due sono le seggiovie che si possono prendere e raggiungere quota 1.585 m.s.l.m. e che conducono al Rifugio Monte Agudo, ottimo punto panoramico sull’abitato, sul lago e sulle Dolomiti di Auronzo, con un’ottima visuale sulle Tre Cime di Lavaredo.

Dal rifugio Monte Agudo si possono percorrere alcuni sentieri tra i quali una variante dell’Alta Via N. 5 che permette di scendere sino al lago di Auronzo e lungo il percorso scoprire ancora malghe e rifugi della zona.

Per un trekking più impegnativo, c'è l'escursione  “Monte Agudo - Pian dei Buoi - Ciareido”: seguendo il crinale Pian dei Buoi, ampio altopiano prativo con le vedute panoramiche sulle Dolomiti dell’Oltrepiave e del Centro Cadore si arriva al rifugio Pian dei Buoi e da qui salendo per una carrareccia militare si può raggiungere il Rifugio Ciareido.