| EN | | DE |
          | EN | | DE |
logo Skipass

@g.pompanin

MOUNTAIN BIKE A CORTINA D'AMPEZZO

Le seggiovie e le funivie bike-friendly del Consorzio vi permettono di evitare i dislivelli più impegnativi e raggiungere velocemente il punto di partenza di numerosi percorsi.
Fare colazione alle prime luci dell’alba sulle Tofane, pranzare sulla terrazza del Lagazuoi, fare l’aperitivo alle 5 Torri e cenare in Faloria da oggi è ancora più facile con l'utilizzo delle e-bike e degli impianti di risalita. Trail e single trail possono finalmente essere testati da tutti, immersi nella spettacolare natura delle Dolomiti.
Oltre ai numerosi percorsi per mountain bike ed e-bike, di varie difficoltà e impegno, vi è anche la possibilità di praticare il “Downhill” al Bike Park di Socrepes, dove è anche possibile noleggiare le biciclette e l'attrezzatura necessaria.
Grazie al Dolomiti Bike Galaxy, si possono scoprire tutti i bike park del Dolomiti Super Summer oppure abbandonarsi al piacere dei giri enduro da una valle all’altra valle, attraverso strade bianche e monti che sfiorano il cielo

In mountain bike sul Faloria-Cristallo

Con la Funivia Faloria o la seggiovia quadriposto Rio Gere – Son Forca è possibile trasportare la propria bicicletta e provare molti percorsi, di diversa lunghezza e difficoltà, che si snodano tra le pendici dei monti Faloria e Cristallo.
Il Bike trail Mietres Freeride è un percorso che parte dalla stazione a monte della funivia Faloria e si sviluppa in discesa verso Rio Gere, quindi prosegue sulla SR del passo Tre Croci in direzione dell'agriturismo Brite de Larieto e infine verso Mietres. 
Sempre dal Monte Faloria parte un altro straordinario itinerario per mountain bike, l'anello Cortina-Faloria-Cristallo, 21 km di sola discesa. Giunti a Rio Gere si risale con la seggiovia Fino a Son Forca e da qui si percorre la Val Padeon fino alla Ciclabile delle Doloimiti che riporta al centro di Cortina


@DinoColli

Mountain bike in Tofana con la Freccia nel Cielo


@freccianelcielo

Grazie alla nuova cabinovia Cortina-Col Druscié gli appassionati della mountain bike, potranno arrivare comodamente a Col Drusciè e da qui scendere lungo la strada sterrata in direzione Pie Tofana per raggiungere il sentiero 410 verso il Passo Posporcora, oppure verso la seggiovia Pie Tofana per poi risalire verso Pomedes.

In alternativa da Col Drusciè lungo i pendii erbosi delle piste da sci potete raggiungere la strada per il lago Ghedina, quindi ritornare a Cortina attraverso Socrepes oppure proseguire fino a Fiames e Pian de ra Spines. 

Sulle Tofane tra bike park e itinerari mondiali

Per gli amanti delle discese e della tecnica, il Bike Park di Socrepes, propone 3 percorsi flow, con salti, paraboliche e linee tracciate per diversi livelli di difficoltà. E' possibile noleggiare le mountain bike e le protezioni specfiche per il  downhill  presso il fornitissimo noleggio situato alla partenza della seggiovia Gilardon-Roncato. Le guide di mountain bike  “Ride in Cortina” possono fornire un importante supporto sia ai principianti  per un approccio corretto alla disciplina, sia ai rider esperti per migliorare la tecnica di guida.

Il comprensorio delle Tofane  offre numerose possibilità di escursioni in mountain bike tra cui la discesa dal Rifugio Duca d'Aosta al Rifugio Dibona, alle Malghe di Fedarola e alla SR del Passo Falzarego. E' possibile inoltre avventurarsi lungo tratti delle piste da sci utilizzate dai campioni durante le gare di Coppa del Mondo


@SebastianoLacedelli

Lagazuoi-5 Torri-Giau: in sella tra storia e natura


@g.pompanin

Le aree Dolomitiche Lagazuoi, 5 Torri e Giau proprio per la loro fama, sono una delle mete più gettonate dagli escursionisti, anche in mountain bike: tra salite e discese tecniche, il contesto paesaggistico, uno tra i più belli delle Dolomiti, non passerà inosservato.

In questa zona gli itinerari di mountain bike attraversano i Musei all'aperto della Grande Guerra, di grande interesse storico. Continuando poi lungo la Via del Ferro si arriva al castello di Andraz, uno dei castelli più antichi delle Dolomiti, compiendo un vero e proprio viaggio tra storia e natura.

Dall’arrivo delle seggiovie 5 Torri e Fedare, che consentono il trasporto delle bike, si possono percorrere alcuni tra i più bei percorsi in MTB dell’area, come il 5 Torri Freeride, il Bike trail Averau e il Bike Trail Super Panorama 

In mountain bike a Misurina tra laghi e malghe

L’impianto di risalita di Col De Varda, a Misurina, consente il trasporto delle bike. Raggiunto il rifugio omonimo, attraverso la strada bianca o i sentieri che si snodano nel bosco, si possono raggiungere i laghi di Misurina e d’Antorno.

In alternativa, seguendo il sentiero ‘Casera Maraia’, che alterna tratti impegnativi a tratti asfaltati, godendo di un panorama unico si può raggiungere la ciclabile che conduce al lago di Misurina.

Per i più audaci e appassionati ed esperti di MTB, vi sono ulteriori percorsi più impegnativi come per esempio dal rifugio Col de Varda raggiungere il Rifugio Città di Carpi o in alternativa spingersi verso le Tre Cime di Lavaredo, completando il tour raggiungendo il rifugio Auronzo, e quindi rientrando alla partenza della seggiovia.


@trecimebike

Auronzo: mountain bike ad alta quota


@trecimebike

Anche ad Auronzo si può salire con le MTB sugli impianti di risalita del monte Agudo, per un’esperienza piuttosto adrenalinica. A quota 1534 m s.l.m. nei pressi del rifugio parte la discesa, che si apre con uno scorcio da cartolina sulle Tre Cime di Lavaredo e delle Dolomiti di Auronzo. La discesa, che richiede capacità tecniche, passa per alcuni tratti a fianco della rotaia del Fun Bob, per poi lasciare spazio a pendenze più morbide, che consentono di riprendere fiato e godere appieno della discesa.

Per i più esperti e amanti di MTB ecco un'alternativa valida: giunti al Rifugio Monte Agudo con gli impianti di risalita, si ridiscende sino alla partenza del Fun Bob (arrivo seggiovia Taiarezze-Malon) per poi proseguire il sentiero verso la Val Da Rin. Al raggiungimento dell'unico bivio che si incontra, si può svoltare verso sinistra e quindi rientrare verso Auronzo (scelta facile) oppure proseguire a destra in direzione "Pian dei Buoi" e all'omonimo rifugio. Questo è un percorso decisamente più lungo e di media difficoltà che può essere integrato successivamente con l'arrivo al rifugio "Ciareido". Per il rientro si riprende il medesimo sentiero fatto all'andata.